A chi si rivolge

Altri Interventi

L'approccio strategico non si applica solo a patologie specifiche, ma anche a più ampie problematiche come, ad esempio, quelle che si presentano usualmente nei contesti educativi, aziendali e sociali in genere.
Partendo dalle tante ricerche e studi che hanno dimostrato l'efficacia e l'efficienza del modello in ambito clinico, il lavoro si è evoluto in una serie di tecniche e strategie in grado di produrre , in situazioni di disagio, il cambiamento in tempi brevi non solo nei singoli, nelle famiglie e nelle coppie, ma anche nelle più varie tipologie di organizzazione.

In questi casi l'intervento mira a far acquisire, agli 'agenti di cambiamento' (dirigenti, imprenditori, manager, equipe di lavoro, responsabili di strutture e di gruppi), capacità comunicative e di gestione delle relazioni, di scelta e organizzazione strategica (cioè il saper pianificare molteplici scelte chiare e realizzabili che mirano al raggiungimento di un obiettivo funzionale al benessere del "sistema" considerato, il saperne misurare l'efficacia e riorientare l'intervento in tempi brevi), di self-help e in generale abilità di "problem solving".

Articoli recenti

"L' anoressia giovanile" segnali, disturbo, intervento

 

Il dato oggettivo che i nostri ragazzi, spesso fragili, manifestino  precocemente ...
Leggi l'articolo

L'handicap e i problemi comportamentali, psicologici e relazionali ad esso connessi

Ogni bambino o bambina, tanto più se ha problemi o è portatore di handicap, ha un suo modo di ...
Leggi l'articolo

La collocazione dell’insegnante di sostegno secondo una prospettiva costruttivista

Dalle categorie diagnostiche ad una lettura sistemica dei problemi nei contesti ...
Leggi l'articolo